Ecos
Percorso: Home > Servizi > Stoccaggio

Stoccaggio

L'impianto di stoccaggio si estende su di una superficie di circa 9.500 mq ed è suddivisa in 6 campate.

  • La prima campata, che occupa circa 1.500 mq, è suddivisa a sua volta in compartimenti ed è tenuta in depressione tramite un impianto di aspirazione. Qui vengono effettuate le operazioni di cernita e selezione dei materiali quali imballaggi, legno, carta, vetro, plastica, metallo e rifiuti farmaceutici. In una zona della prima campata è istallato un trituratore con due vasche fuori terra a tenuta per la fase di triturazione ed eventuale miscelazione dei rifiuti solidi.
  • Nella seconda Campata di circa 1.500 mq vengono effettuate le operazioni  di stoccaggio vere e proprie  di rifiuti solidi sia pericolosi che non pericolosi. Lo stoccaggio avviene in containers e/o colli e big-bags. 
  • Nella terza campata vengono stoccati i rifiuti liquidi non infiammabili sia pericolosi che non pericolosi e  rifiuti solidi in colli. Inoltre in apposita area delimitata viene effettuato il lavaggio e  la bonifica di contenitori, fusti e cisterne da riutilizzare all’interno dello stoccaggio. Adiacente all’area di prestoccaggio dei rifiuti liquidi, è stata predisposta idonea camera di travaso liquidi totalmente in depressione e collegata ad impianto d’aspirazione a carboni attivi.
  • La campata numero 4 è adibita allo stoccaggio in cassoni scarrabili di rifiuti solidi non pericolosi. 
  • La campata numero 5 è autorizzata alla messa in riserva e recupero di materie plastiche e metalli e alle operazioni di pressatura per materiali voluminosi mediante pressa orizzontale. E’ inoltre destinata all‘immagazzinamento dei contenitori vuoti utilizzati per l’attività ed al deposito dell’attrezzatura.
  • Nella campata numero 6, isolata con pareti e porte REI 180 dalle restanti attività, viene effettuato lo stoccaggio di rifiuti solidi e liquidi infiammabili per una quantità di 100 tonnellate. La zona di stoccaggio è provvista di cordolo di contenimento e di sistema di aerazione continua. Tutti gli impianti elettrici e le attrezzature elettriche utilizzate nell’area sono del tipo antideflagranti. L’area è provvista di impianto rilevamento incendi e collegato all’impianto automatico di spegnimento a schiumogeno.